La ballata di Stroszek (1977)

uno dei vertici poetici di herzog. l’america, la società, la solitudine, l’insensatezza. i dieci minuti finali sono di quelli indescrivibili. voto 9

Annunci

Greenberg (2010)

è un bel personaggio e ben stiller è bravo. non me l’aspettavo. c’è una rappresentazione dei giovani che condivido. viene voglia di andare fuori e spararne qualcuno. voto 7


Le armonie di Werckmeister (2000)

bela tarr. grande cinema. quello indicibile. quello che dà la sensazione di entrare in un mondo. quello che ti senti in colpa a guardare nello schermo di un portatile. voto 9


Potiche – La bella statuina (2010)

sempre ozon, sempre commedia, sempre la deneuve, sempre applausi. meno pretese, più divertimento, per me può continuare così, va benissimo. voto 7,5


Otto donne e un mistero (2002)

dovendo adattare un’opera teatrale per il cinema, ozon ne approfitta per mettere su una divertente e geniale messinscena tra realtà e finzione, dove tutto è velato e svelato, tra giallo, dramma, commedia e musical. stilizzazione affascinante (o irritante, dipende dai gusti) e perfetto nei dettagli. voto 8,5


Secuestrados (2010)

tentativo riuscito solo a metà di fare qualcosa di originale nel campo del vistissimo “famiglia sequestrata”. belli i piani sequenza e il crudo realismo, ma non c’è altro. voto 6


La Belle Verte (1996)

film comico francese con morale ingenuotta ecologista fricchettona vegana crudista femminista. ma il problema non è tanto questo. è che è ha idee povere, è recitato male e si prende sul serio. voto 4