Die Hard – Un buon giorno per morire (2013)

forse era anche un buon giorno per non guardarlo. bruce willis si starà rivoltando nella jacuzzi. voto 2

IMDB

Annunci

Total Recall (2012)

remake del noto film, praticamente due ore di sparatorie, calci, gomitate e inseguimenti, con qualche lontano eco di philip dick. ma per favore. voto 3

IMDB


Lanterna verde (2011)

banalità e dejavu in un mare di noia colorata. l’unica cosa originale e vagamente interessante sono i combattimenti. sceneggiatura da buttare. voto 4

IMDB


Babylon A.D. (2008)

mi chiedevo che fine avesse fatto kassovitz dopo l’imbarazzante gothika. ed eccolo qua. voto 3

IMDB


This must be the place (2011)

purtroppo userò molte parole per dire quanto poco mi sia piaciuto questo film di sorrentino. c’è una cosa che mi è piaciuta meno delle altre? no, è tutto l’insieme: i dialoghi irritanti, molte scene si concludono lasciando una sensazione di imbarazzo, veramente, le frasi da aforismi definitivi detti con tono serio e monocorde che già nel divo avevano rotto, la sceneggiatura sgangherata, soprattutto quando nella seconda parte si trasforma in una improbabile storia di caccia al nazista (perchè l’intento era fare un cinema di personaggi e atmosfere che se ne fotte di questa cosa demodè, la trama: ok, ho capito), il dejavu di molte scene, la voce off, i movimenti di macchina insensati, la ricerca continua dell’immagine bella, ma bella come può essere quella di una pubblicità (anche se poi ne ha fatto una ed era di una bruttezza imbarazzante), la lunghezza, il finale estenuante e ridicolo, il tono finto-ironico-ma-dico-cose-molto-serie di tutto il film e soprattutto questo cazzo di dolly onnipresente: no, veramente, qualcuno metta una catena a quel dolly, ma con un lucchetto grosso, mi raccomando. e aggiungo che a me sean penn è sembrato ridicolo, senza dubbio non per colpa sua e forse anche per il doppiaggio. ah, per i critici italiani che si sono strappati i capelli per questo “incredibile e affascinante sguardo europeo sull’america di provincia”: ehm, vi consiglio la visione della ballata di stroszek di herzog, poi magari ne riparliamo. voto 4

IMDB


Easy Girl (2010)

fedele all’intento iniziale, cioè segnare tutto, segno anche questa irritante commedia. non si vive di solo kurosawa, sono cose che succedono. voto 3

IMDB


Vita Smeralda (2006)

la megalomania di calogero “jerry” calà, convinto di essere famoso e adorato da tutti, come un papa che però la gente si vorrebbe scopare. può sembrare un film critico, ma in realtà è compiaciuto. squallore. voto 1